MANIFESTO LAV

ADERISCI ANCHE TU!

I fornelli ti aspettano

Scegli l’ingrediente che vuoi preparare e scopri la ricetta più gustosa.

Oppure vai alla sezione ricette >>

Pronti per cena?

Trova il ristorante più vicino a te e preparati a una cena buona e sana.

Per gli animali

Meno sofferenze e meno morti

Per la salute

Meno colesterolo e meno malattie

Per l'ambiente

Meno CO2 e meno alberi tagliati

Mattatoi: il virus tra ultimi e ultimissimi

I macelli che si sono rivelati essere focolai di coronavirus sono stati molti, negli ultimi mesi, nel mondo, e ora – proprio quando tutto sembrava andare meglio, nel nostro continente - assistiamo ad una recrudescenza dell’attacco virale in Germania: più di 1500 positivi nel più grande mattatoio d’Europa, l’impianto Tönnies, nel Nord Reno-Vestfalia.  Ma anche in Italia non si scherza: nel mantovano sono risultati positivi al virus una sessantina di dipendenti di macelli e salumifici.... [continua a leggere]

Giornata dell'Ambiente: focus sulle zoonosi

La Giornata Mondiale dell’Ambiente quest’anno ha una valenza diversa, perché il mondo è cambiato, scosso dallo shock dell’arrivo e della diffusione del coronavirus. In realtà era già quasi tutto previsto, era una sorta di bomba a orologeria (una delle tante) innescata per un’ora misteriosa, ma non troppo distante nel tempo. La lontananza del luogo in cui sarebbe detonata non faceva testo, perché la facilità di comunicazione ne avrebbe fatto sentire le conseguenze ovunque. Si stima che circa il 60% delle infezioni umane abbia origine animale. Di tutte le malattie infettive umane nuove ed emergenti, circa il 75% "fa il salto di specie" dagli animali alle persone. Le zoonosi più descritte avvengono indirettamente attraverso il sistema alimentare e ci sono evidenze che suggeriscono come la frequenza dei microrganismi patogeni che ‘saltano’ da altri animali alle persone, stia aumentando a causa di attività umane insostenibili. Il mondo riconosce che sono indispensabili azioni urgenti per prevenire future pandemie. Quest'anno, con lo scoppio del COVID-19 che ha colpito tutti i paesi del mondo, l'UNEP [United Nations Environment Programme] e i ricercatori dell'International Livestock Research Institute (!) hanno condotto una valutazione scientifica intitolata Prevenire la prossima pandemia - Malattie zoonotiche: come spezzare la catena della trasmissione  - che sarà pubblicata a luglio ed è volta consolidare le conoscenze  scientifiche e identificare le aree di interesse politico. Contestualmente alla Giornata Mondiale dell’Ambiente, UNEP ha anticipato  i 7 driver per le malattie zoonotiche individuati dallo studio in questione, i 7 fattori che ne determinano molto probabilmente l'emergere. Eccoli: 1) insostenibile intensificazione dell’agricoltura e aumento della domanda umana di proteine ​​animali; 2) cambiamenti nelle filiere alimentari; 3) maggiore impiego e sfruttamento della fauna selvatica; 4) intensificazione dei cambiamenti nell'uso del suolo accompagnati dalla distruzione e dall'invasione degli habitat; 5) industrie estrattive non sostenibili; 6) aumento dei viaggi e dei trasporti; 7) cambiamenti climatici accelerati. Come vediamo, almeno 5 dei driver elencati hanno a che fare con l’alimentazione, con il modo in cui intendiamo andare avanti in questo senso. Ancora una volta un organismo internazionale evidenzia la connessione tra pandemie e scelte a tavola. Auspichiamo che il risultato della valutazione scientifica in arrivo sia una conferma della necessità di orientarsi maggiormente verso le proteine vegetali - di questo ed altro parliamo nel nostro Manifesto - e suggerisca sostanziali cambiamenti positivi, da implementare a livello politico e sociale, per gli animali allevati e sfruttati nel mondo, allo scopo scongiurare lo scoppio di bombe a orologeria sempre più potenti innescate a breve. Come sempre, il primo passo lo possiamo fare a livello individuale, cambiando il nostro menu. #govegan. ps

Veg a casa.
Una ricetta tira l'altra

Ultime ricette pubblicate

Guarda tutte le ricette >>

Starter

Insalatina di spinacini e cialde di semi

Un piccolo gioello di delicatezza. (Impiattamento di Paola Castellani  _ Foto di Andrea Tiziano Farinati )
Leggi la ricetta

Primi

Mezzelune ai semi di papavero e noci

Un primo piatto speciale e festivo. (Foto e ricetta di Veggie Situation)
Leggi la ricetta

Secondi

Spadellata veg con piselli e carciofi

Un second piatto completo e vivace, ricco di sapore e fantasia. (Foto di Andrea Tiziano Farinati)
Leggi la ricetta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta